Prenota visita +39 0444 966230

Sublussazioni Cervicali

SUBLUSSAZIONI CERVICALI:

Ricerca scientifica sui disturbi correlati a colonna e nervi

“Una malattia degenerativa (osteocondrosi) che colpisce ossa e cartilagini della colonna cervicale e che può causare infarto coronario...  “Varie estensioni e tecniche di mobilizzazione della colonna cervicale sembrano dare prova della correzione rivendicata, nel momento in cui provocano la rapida eliminazione del dolore cardiaco.”

W. Bruckmann, “Osteochondrosis of the Cervical Spine and Coronary Infarction,” German Medical Weekly, 1956, 1740.

“Per il trattamento di disturbi visivi è stata prescritta la manipolazione della colonna da quattro oculisti indipendenti l’uno dall’altro. I pazienti sono stati esaminati prima e dopo la terapia. In tutti i casi, vi è stato un miglioramento della vista, sia riguardo al campo visivo, sia all’acuità.”

R.F. Gorman., “An Observer’s View Of The Treatment Of Visual Perception Deficit By Spinal Manipulation,” (un’indagine condotta su 16 pazienti), Sydney, Australia, 1991 (pubblicata privatamente).

“Il caso di un anziano con una perdita della vista di origine traumatica venne analizzato clinicamente, e, come rivelarono l’esame ptometrico e quello oftalmologico, i trattamenti medici non ottennero risultati  e la perdita della vista divenne permanente. Il paziente fu indirizzato ad un chiropratico. Dopo una serie di manipolazioni volte alla correzione di sublussazioni a livello di atlante ed epistrofeo (Ci, C2), il paziente riacquistò la vista.”

“Visual Recovery following Chiropractic Intervention,” Journal of Behavioural Optometry, Vol. 1, 1990, n. 3, 73,74.

"Molti disagi conseguenti a un trauma cranico restano latenti per un tempo considerevole e sono stati finora inesplicabili. Questi sono dovuti alla sublussazione di atlante ed epistrofeo e si manifestano con sintomi muscolari riflessi, radicolari e inerenti al sistema nervoso simpatico. Il trattamento chiropratico volto a riallineare le vertebre cervicali è l’intervento indicato e può risolvere completamente tutti i sintomi."

G. Gutmann M.D., “Cranial Trauma and Head Joints,” German Medical Weekly, 1955, (1503).

"Dolori facciali inconsueti sono stati associati a disturbi funzionali della giunzione cervico-occipitale, dovuti a irritazioni muscolo-tendinee, vascolari, nervi simpatici nella colonna cervicale superiore."

Wessely, M.D. e Tilscher M.D., “Unusual Facial Pain Linked To Functional Disorders of the Cervical-Occipital Junction,” studies on Pain 6. (Pain and the Motor Systems), 80, a cura di Berger M., Gerstanbrand F., Lewitt K., Stuttgart e New York, 1984.

“II resoconto di numerosi casi che contemplavano fenomeni di ischemia miocardica ha evidenziato che le lesioni della colonna vertebrale sono perfettamente in grado di simulare, accentuare o contribuire in misura notevole a disturbi (organici). In effetti, non vi può essere  dubbio alcuno sul fatto che lo stato della colonna ha un effetto sullo stato funzionale degli organi interni.”

W. Kunert M.D., “Functional Disorders of Internal Organs Due To Vertebral Lesions,” CIBA Symposium 13 (3), 1965, 85-96.

"Il nistagmo (spasmo involontario dell’occhio) è causato da una affezione della colonna cervicale che coinvolge le sue strutture ossee, articolari e/o i muscoli associati condizionando le informazioni neurali inviate dai propriocettori (recettori nervosi) della colonna cervicale."

M. Collard, C. Couraux e M. D. Thiebault, “Nystagmus Caused by Conditions of the Cervical Spine,” Neurological Review, 1967.

"Sembra che i chiropratici abbiano finora avuto ragione: un team di professionisti, presso la Syracuse University, ha stabilito, con il conforto di dati scientifici e anatomici, che il danneggiamento “(sublussazione) di strutture a livello cervicale è la causa di molte cefalee croniche.”

Peter Rothbart M.D.,  Life Toronto Star: Life Section, 8 dicembre, 1995

"Le sindromi sincopali (svenimenti) sono state associate alla colonna cervicale in seguito a infortuni e irritazioni della stessa."

Unterharnscheidt, F., Neurophysician, 1956, 27, 481

“Non sorprende che la manipolazione chiropratica possa alleviare la depressione. È possibile che le manovre chiropratiche diverranno un importante strumento nel trattamento psichiatrico.”

R.F.Gorman, F.von Kurkel, “Chiropractic for Rejuvenation of the Mind,” Academy of Chiropractic Medicine (8, Budgen Street Darwin, Australia, 1983).

“Nel 1970, Vitek dimostrò che questi sintomi erano correlati alla colonna cervicale superiore e non erano di natura vascolare. La terapia manuale (manipolazioni vertebrali) si è dimostrata efficace nel 77% dei casi.”

“Manual Therapy in Internal Medicine,“ E. G. Metz. Bezirkskrankenhaus Potzdam, Germania (DDR), 1976.

“L’EMG mostra chiaramente che la manipolazione delle articolazioni cervicali superiori condiziona la postura globale.” “Vi è un nesso tra il blocco vertebrale di atlante ed epistrofeo nei neonati e la reazione di Kubis, dovuta con la massima probabilità al trauma perinatale.”

I. Seifer, “Infantile Head Joint Blockage,” Functional Pathology of the Motor System Rehabilitation Supple, a cura di Levitt K. e Gutmann G., 1975, Bratislava, Obzor.

“Le vertigini possono essere dovute a una disfunzione della colonna vertebrale. L’autore riferisce il successo della terapia manuale (manipolazioni vertebrali) nel trattamento di questo disturbo.”

F. Becker M.D., “A Discussion of Dizziness Symptoms With A Focus on Manual Therapy Viewpoint.”, Manual Medicine, 1978, 16.

“Le cefalee possono verificarsi come sintomo ritardato di un trauma da colpo di frusta a carico della colonna cervicale. Tale sintomo può persistere per anni, causare cefalee e condurre alla depressione.”

M. Berger M.D., F. Gerstanbrand M.D., “Headaches as a Delayed Symptom After Whiplash Trauma in the Cervical Spine,” Neuro. Orthopedic Aspect (Studies on Pain) (Headaches), p. 264, a cura di Berger M., Gerstanbrand E e Lewitt K. M.D., D.Sc, Stuttgart e New York, 1981, Gustov Fischer.

“Secondo studi condotti da Rychlikova, Schwartz e Metz, il confronto tra ECG effettuati prima e dopo la terapia manuale mostra variazioni telesistoliche, nonché la correzione di disturbi del ritmo cardiaco.”

E.G. Metz, “Synopsis of Manual Therapy In Internal Medicine.” Bezirkskrankenhaus Potsdam, Germania (Ex Orientale), 1976.

“La terapia manuale (manipolazioni vertebrali) è spesso in grado di alleviare vertigini e disturbi dell’equilibrio associati alla sindrome di Ménière.”

E.G. Metz, “Synopsis of Manual Therapy In Internal Medicine.” Bezirkskrankenhaus Potsdam, Germania (Ex Orientale), 1976.

“I pazienti con ipotensione circolatoria periferica e una tendenza all’astenia e a disturbi posturali rientrano nella categoria delle cefalee vasomotorie. Sulla base della nostra esperienza, direi che più della metà di questi pazienti  può essere aiutata in modo istantaneo e durevole mediante la terapia manuale (manipolazioni vertebrali).”

E.G. Metz, “Synopsis of Manual Therapy In Internal Medicine.” Bezirkskrankenhaus Potsdam, Germania (Ex Orientale), 1976.

“Nelle sindromi cervicali sono presenti un tipico dolore al collo e alla regione scapolare. In associazione a cefalea occipitale e parestesie   (ottundimento, e formicolii). Variazioni radiografiche (anomale) si verificano perlopiù in corrispondenza di C4-C7. Nell’80% dei casi è presente reclutamento, il tinnito è riscontrato nel  30-60% dei casi.”

H. Decher M.D., “Ménière’s: a Disease and Cervical Syndrome,” Archives of Oto-Rhine Laryngology, 1976, 212, 369.

 

Testimonianze